IoRestoaCasa-News

Il Viminale: «Settimana cruciale. State a casa o sanzioni dure». Migliaia di denunce

Morto a Bergamo primo medico di famiglia.

Era ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII. A Bergamo i medici di famiglia contagiati sono 100, di cui alcuni in gravi condizioni.

77 i medici morti, 6205 contagiati.

Cremona cerca infermieri: 100 assenze per malattia su 400 dipendenti

Italia – Oltre duemila medici e infermieri contagiati.

Bergamo, morti due dipendenti di Poste

Brescia, morta la cassiera di un supermercato di 47 anni

Dramma continuo in una casa di riposo di Quinzano in provincia di Brescia, dove dall’inizio dell’emergenza Coronavirus sono morti 18 anziani. Cinque nelle ultime 24 ore.

Uno solo dei decessi però è stato accertato essere riconducibile al Covid -19 perché è l’unico paziente al quale è stato fatto il tampone.

«Troppi morti rispetto ai dati ufficiali», «purtroppo i morti sono molti di più di quelli dei report».

Sono le parole dei sindaci bergamaschi. Gli uffici anagrafe dei Comuni infatti registrano un andamento di decessi anomalo rispetto al bilancio demografico di un anno fa (x4), un numero di morti distante dai report «covid-19». Persone, soprattutto anziani, a cui non viene fatto il tampone e che quindi sfuggono al monitoraggio.

Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto lavorava sulle piste da sci a Canazei: “Come se avessi piombo nei polmoni”

Covid-19, prima vittima tra le forze dell’ordine Bergamo, morto un carabiniere di 47 anni

Il 15% di chi è rientrato in Puglia ha viaggiato con la febbre. Tra i contagiati ci sono tanti genitori degli studenti tornati dalle regioni del Nord.

Il virus colpisce tutti: ricoverati 132 minorenni


Per garantire il regolare funzionamento della Rete nella lotta contro il coronavirus»

YouTube sospende l’alta definizione dello streaming in UE

Anche Netflix “alleggerisce” la Rete

Il traffico dati diminuirà in questo modo del 25%.


Nel decreto firmato dal premier Giuseppe Conte non si vieta di passeggiare o portare a spasso il cane, ma il governo ha chiarito — e Borrelli lo ha detto esplicitamente — che gli spostamenti devono essere «nella propria zona e per un tempo limitato, massimo in due, mantenendo invece la distanza di sicurezza rispetto agli altri». E dunque evitando in ogni caso gli assembramenti davanti ai negozi.

Troppa gente in giro

In base ai movimenti tracciati in Lombardia attraverso il monitoraggio delle celle telefoniche risulta che dal 20 febbraio a oggi il calo dei movimenti è stato del 60%. Ci sono ancora troppe persone che si spostano, corrispondenti al 40% del totale: il consiglio è unico: bisogna rimanere a casa».

Passeggiate? Vanno vietate. Scuole chiuse anche dopo 3 aprile

Lo dice Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto

Con i cani si può uscire ed è boom di adozioni

I furbetti del cagnolino – Il coprifuoco non piace a nessuno. E il cane diventa l’escamotage per uscire di casa con una scusa valida da presentare alle forze dell’ordine che presidiano il territorio. E succede anche in Trentino.

Vietato circolare e camminare lungo le piste ciclopedonali se non le si utilizza per spostamenti necessari. Vietato utilizzare le panchine pubbliche. Vietato accedere agli orti urbani.

Questi i divieti introdotti fino al 3 aprile dal sindaco di Vicenza Francesco Rucco per dare un’ulteriore stretta ai comportamenti a rischio contagio Coronavirus. Per chi non osserva quanto prescritto è prevista la denuncia penale.

In Veneto la passeggiata personale o con il cane deve essere entro 200 m da casa.

Non usate trucchi come fare poca spesa alimentare tutti i giorni per avere più occasioni per uscire, fate la spesa una volta la settimana. E’ un gesto di rispetto per le cassiere e per gli altri clienti.