IoRestoaCasa – Virus

#io resto a casa

Virus

Il coronavirus chiamato SARS-CoV-2 causa la malattia chiamata COVID-19.

SARS-CoV-2 è un virus a RNA, (RiboNucleic Acid).

I principali virus patogeni appartenenti ai virus a RNA sono i virus della SARS, dell’Influenza, dell’ebola e dell’Epatite C

Il SARS-CoV-2 è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le  goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi.

Su una superficie liscia il SARS-CoV-2 sopravvive ca 4 ore. Su una superficie ruvida o nell’aria la sopravvivenza è molto breve.


Sintomi

I sintomi più comuni di COVID-19 sono febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti possono presentare indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Circa 1 su 5 persone con COVID-19 si ammala gravemente e presenta difficoltà respiratorie.

I PRIMI sintomi di COVID-19, a fine incubazione, iniziano in media circa dopo 5,1 giorni dalla prima esposizione al virus.

Il 97.5% delle persone sviluppano sintomi di infezione da COVID-19 entro 11,5 giorni dall’esposizione.


Epidemia

Secondo alcuni rapporti pubblicati dal South China Morning Post il primo malato COVID-19 è stato registrato a Whuan (Cina) il 17 novembre 2019. Si tratta di un 55enne dell’Hubei. Ma ci potrebbero essere casi di Covid-19 ancora precedenti.

In Germania a gennaio 2020 il primo contagiato europeo.

Da lui l’infezione fino in Italia dove il 31 gennaio è stata individuata a Roma in due turisti cinesi che avevano attraversato l’Italia e il 20 febbraio è scoppiata a Codogno (LO).

Dal 24 febbraio in Italia per Decreto sono state chiuse le scuole e tutte le attività di ritrovo.


Danni

Uno studio sui primi malati italiani (2 cinesi) mostra i gravi danni ai polmoni e dà un’idea di quanto possa essere devastante il nuovo coronavirus. Gli spazi aerei nei loro polmoni si erano riempiti di liquido, generalmente pus, sangue o acqua.

Ci sono voluti solo quattro giorni per arrivare all’insufficienza respiratoria e due giorni dopo entrambi i pazienti respiravano solo grazie a un ventilatore.


Cure

I vaccini efficaci contro i virus a Rna sono notoriamente difficili da ottenere.

Nella lotta contro il Covid-19, esistono però già adesso alcuni interessanti approcci di tipo farmacologico che ne rendono difficoltosa la proliferazione.


Decorso e Guarigione

Non vi sono ancra dati sufficienti per definire un tempo medio di guarigione. In caso di broncopolmononite sembra che si aggiri attorno al mese.

Una volta guariti però non lascia strascichi.

Sappiamo tutti che questo virus è diffuso nella popolazione molto più rispetto a quello che stiamo vedendo. Tra poco il 60-70% della popolazione risulterà  positivo. Ma non dobbiamo preoccuparci. Con l’aumento dei numeri ci renderemo conto che questo virus è meno letale di quanto possiamo pensare adesso”. Lo dice Maria Rita Gismondo, direttrice del laboratorio di microbiologia clinica dell’ospedale Sacco di Milano

Il 95% dei malati guarisce.

Nell’81% delle persone (la stragrande maggioranza) contagiate dal coronavirus si è trattato finora di casi lievi che NON hanno avuto bisogno di ricovero in ospedale.

Circa il 13,8% manifesta sintomi gravi come difficoltà respiratorie, o richiede ossigeno supplementare

Circa il 4,7% versa in condizioni critiche con sintomi gravi quali insufficienza respiratoria, insufficienza multiorgano o shock settico.


Confronti

Ci sono state molte altre epidemie da virus nella storia dell’umanità cui l’umanità è sopravvissuta,

PandemiaPeriodoMorti MondoMorti Italia
Peste nera 1340-60 20.000.000
Peste in Italia16301.100.000
Vaiolo Europa1700-1800 40.000.000
Influenza spagnola 1918 100.000.000600.000
Influenza Asiatica 1957 1.500.000 30.000
Vaiolo Africa19672.000.000
Influenza HongKong19681.000.00020.000
SARS o Aviaria20038194
Influenza Suina2009100.000n.d.
Ebola Sierra Leone Guinea2014 11.3250
Ebola Congo20181.7430
Influenza2018-19300.000198
Morbillo Congo20194.0000
COVID-1 (al 16 febbraio)2019-20207.3302.158
  • In Cina dopo 3 mesi l’epidemia è sotto controllo (3.230 morti, 8 nuovi casi il 16 marzo e 80% guariti).
  • Nel 1300 sulla terra vivevano 450 milioni di abitanti
  • Nel 1600 sulla terra vivevano 500 milioni di abitanti
  • Nel 1918 sulla terra vivevano 1,6 miliardi di abitanti
  • Nel 1960 sulla terra vivevano 2,7 miliardi di abitanti
  • Oggi sulla terra vivono 7,5 miliardi di abitanti (7.500.000.000)