Archivi tag: Regolamento

Regolamento Interno

Art. 1 – RELAZIONE TRA I SOCI NELL’ ASSOCIAZIONE LA CASA BLU APS

Premesso che il rispetto è alla base della stima, della considerazione, della dignità e del valore di una persona e, che per l’associazione La Casa Blu a.p.s., il rispetto per gli altri è un fattore indiscutibile e improrogabile per costruire una convivenza armoniosa e democratica:

  • Per questioni di rispetto nei confronti degli altri soci de La Casa Blu a.p.s., non sono ammesse manifestazioni/effusioni amorose fuori luogo tra eventuali coppie all’interno delle attività associative, cioè quelle organizzate dall’associazione.
  • Se si dovessero verificare dei conflitti tra due o più soci, è auspicabile che i soci coinvolti chiedano degli incontri di gruppo con le psicologhe per sciogliere tali conflittualità. In ogni caso i soci sono tenuti a non versare la propria aggressività e prevaricazione con parole e/o manifestazioni di qualsiasi genere durante lo svolgimento delle attività associative mantenendo inoltre un linguaggio decoroso e appropriato.
  • I soci che, dopo richiamo verbale, non dovessero rispettare quanto sopra, saranno, a insindacabile giudizio dei conduttori dell’attività in solido con il consiglio, sospesi dall’attività per un periodo considerato opportuno.

ART. 2 – INSERIMENTO DEI VOLONTARI NELL’ASSOCIAZIONE LA CASA BLU APS

  1. Tutti i soci possono aspirare al ruolo di volontario previo colloquio con il presidente e una psicologa incaricata; sarà loro cura relazionare al consiglio che a sua volta deciderà se accogliere la domanda di adesione come socio volontario.
  2. Il socio che vuole operare come volontario deve obbligatoriamente frequentare almeno una delle attività de La casa blu per un periodo definito dal Consiglio Direttivo (in accordo con i formatori), con lo scopo di impratichirsi e fare proprie le logiche e lo stile di lavoro svolto dall’associazione e per essere edotto su eventuali problematiche delle persone che la frequentano.
  3. È inoltre prevista la frequenza obbligatoria di un corso di formazione aperto a tutti i soci che desiderano divenire volontari oltre che a tutti i volontari attivi. La finalità di tale corso è quella di fornire ai partecipanti alcuni elementi di base e di conoscenza in ambito psichico, sul contesto al quale si lavora e, allo stesso tempo, di discutere ed analizzare le difficoltà incontrate nello svolgimento dell’opera di volontariato.
  4. Il consiglio direttivo, una volte sentite le psicologhe al termine del percorso formativo, valuterà quali soci potranno operare come volontari. L’attività di volontariato si svolgerà comunque secondo i principi ed i limiti di un progetto presentato al Consiglio e da questi approvato e i rimborsi spese saranno riconosciuti solo se preventivamente autorizzati e nei limiti definiti dal Consiglio Direttivo.

Art. 3 – CANDIDATURE AL CONSIGLIO DIRETTIVO

  1. In caso di elezione del nuovo Consiglio, le candidature al nuovo Consiglio Direttivo dovranno pervenire al Consiglio uscente entro 7 giorni prima della data delle elezioni.

Firmato

Il Consiglio Direttivo

8 novembre 2019