La Nostra Storia

Filosofia fondativa

I Fondatori sono persone impegnate da anni, sia a livello familiare che associativo, nello sviluppo dell’inclusione sociale che hanno ritenuto necessario costituire “La Casa Blu” per meglio focalizzare il loro impegno nel sostegno alle persone sole ed emarginate.

Tale sostegno non può essere efficace senza un’integrazione spinta tra le diverse forze del Volontariato ed i diversi Servizi delle Istituzioni e senza l’organizzazione di un contesto inclusivo, non “stigmatizzante”.

Lo spirito del gruppo fondatore è stato quello di operare come “Volontari Associati”, come gruppo “alla pari”, ciascuno libero di erogare la propria attività in sintonia con il proprio stile ed i propri ideali nel rispetto dello Statuto e del Manifesto Fondativo.

Anche se giovane come Associazione, il gruppo di Volontari Fondatori ha operato da più anni a fianco delle persone poi diventate Soci de “La Casa Blu”, con un crescendo di adesioni nel tempo che ha convinto che il modello fosse efficace e ne andasse potenziata l’organizzazione .

2018

“La Casa Blu” aps è nata il 12 dicembre 2018 come “spin-off” di una decina di Volontari usciti da un’altra Associazione.

Il lavoro è cominciato dal nome, individuando la “Casa” come elemento simbolico dell’accoglienza, dell’affettività, dell’amicizia ed il “Blu” come colore simbolico del rilassamento, dell’equilibrio emotivo, della tranquillità e della sicurezza.

2019

Il 2019 è stato caratterizzato dalla realizzazione di quelle attività pensate nel momento costitutivo. I primi quattro mesi dell’anno sono fluiti in continuità con le attività ed i “soci storici”.

In questa fase si è molto elevata la fidelizzazione e le regolarità di presenza agli eventi, effetto che riteniamo legato sia al cambio delle sedi operative, che offrivano maggiori spazi ma soprattutto un’atmosfera più familiare, sia all’entusiasmo generale che il nuovo assetto associativo ha portato.

Di grande soddisfazione è stato il consolidamento di attività autogestite dai soci, che si ritrovano in gruppi a partecipare ad eventi pubblici o da loro stessi organizzati.

Il secondo quadrimestre dell’anno è stato caratterizzato da una forte espansione, oltre ogni previsione iniziale, sostenuta dall’innovazione introdotta con alcune nuove attività e dall’afflusso di nuovi soci dovuto al “passa-parola” positivo che si è verificato nel primo quadrimestre innescato dai soci con loro conoscenti e con gli operatori del settore.

La fine del 2019 si è caratterizzata dall’introduzione di nuove attività di laboratorio e aggregazione (gestione del sabato), un rinforzo del gruppo dei volontari, un consolidamento generale sul piano amministrativo e gestionale in vista del passo di registrazione regionale e della necessità di sostenere lo sviluppo.

2020

Il 2020 è stato fortemente segnato dalla pandemia COVID-19, che ci ha costretto a sospendere per lungo tempo le attività in presenza e spinto a trasformare tutte le attività di Gruppo ed i Sostegni Individuali gestendole a distanza attraverso piattaforme di webmeeting ed adattandone di conseguenza i contenuti.

Per il resto, l’anno è ancora in corso…


"Stare bene insieme"